Le Casite | Le stanze
15186
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15186,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 

Le stanze

A vostra disposizione quattro camere,

ogni stanza dispone dei propri servizi e di entrata indipendente.

La vostra permanenza sarà assolutamente autonoma, disponendo delle chiavi di ingresso. In un locale appositamente ricavato da una vecchia stalla, ogni mattina, viene allestita la prima colazione. Non aspettatevi una casa con il solito giardino ben curato, la solita erba, il solito repertorio stile brico center. Questa casa apparteneva a uomini e donne che lavoravano nei campi, che circondano ancora oggi il paese, in alcuni casi anche molto distanti. Conservarla tenendo conto della sua storia ci è sembrato un dovere. Tutta la struttura si sviluppa attorno ad un vecchio cortile, riparato e difeso da vecchie case in modo da contenere in qualche modo gli effetti della bora, che una volta (ora molto meno) soffiava impetuosa da queste parti. Le mura di queste case, oltre a proteggere le altre case, fanno da barriera sonora a qualsiasi rumore, assicurando una tranquillità senza eguali.

Le camere sono comprese in questa vecchia casa carsica,

le finestre sono rimaste di dimensioni contenute, furbizia contadina, in modo da arginare il caldo e il freddo,

le travi a vista sono irregolari (i soldi erano pochi), davanti alla casa c’è un cortile con un tiglio a portare l’ombra necessaria (i contadini non prendevano il sole nè mangiavano all’aria aperta). Le dimensioni delle mura perimetrali sono quelle di una volta, potevamo modificarle e guadagnare spazio, non l’abbiamo fatto. Questa casa, assieme alle altre, qui nella parte vecchia del paese, merita rispetto.

Il carattere rurale, povero ma autentico,

è stato solo minimamente addolcito,

ma di questo tipo di niente andiamo molto fieri, convinti assertori, come noi siamo, del rispetto che questi luoghi devono ricevere. Il nostro consiglio, in questo spazio, è comunque di prendere un buon libro e leggere. Sarà sempre meglio che navigare eventualmente in rete senza un preciso obiettivo. In caso di necessità, abbiamo quello che serve, il WiFi.

“Lo abbiamo già ribadito. I posti letto sono otto, non di più. Le stanze hanno il necessario, non il superfluo, contengono dei libri. Quindi non manca nulla.”