Special 2021
16128
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-16128,page-child,parent-pageid-15191,bridge-core-2.0.9,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-26.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,cookies-not-set,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive
 

Special 2021

Primo maggio 2021, una bella data e un bel giorno per ricominciare.

Avevamo scritto più o meno un anno fa delle considerazioni ben diverse, frutto anche della prima esperienza di questo incredibile e doloroso periodo che tutti hanno attraversato , e in tanti rimettendoci anche le penne. Ora, in questo stato di attesa, siamo più cauti, non per questo meno ottimisti, sicuramente più attenti. Parlo di noi e per noi, ovviamente. Più attenti nei confronti di chi diceva che per contenere il virus dovevamo cedere quote di libertà. La libertà di chi? E una quota in quale percentuale? Su quali basi logiche per non dire scientifiche si basava chi sosteneva queste tesi?

La reclusione  quella no, come idea non l’abbiamo accettata per nulla, sin dall’inizio, ci siamo trovati di fronte a norme che non ci azzeccavano quasi per nulla con la profilassi contro il virus. Costrizioni e divieti applicati fuori luogo, senza logica e senza comprensione. Ci si accaniva contro i runner e contro chi camminava per strada, per coprire le fabbriche che invece camminavano a pieno regime.

Uscire solo per uno scopo, altrimenti sanzioni e rimproveri (ben che vada) per non parlare del pericolo vero quello della delazione, della ripresa cinematografica da cinema social. La fase successiva, fingendo di non sapere che la differenza tra necessità e normalità potrebbe non esistere più.

“Finchè possiamo dire- questo è il peggio – vuol dire che il peggio può ancora venire” (Re Lear – W.Shakespeare)

Perché i corpi torneranno a occupare le strade. Perché senza i corpi non c’è Liberazione.

La nostra è stata un’esperienza insolita ma trascorsa tra le nostre mura, nei nostri sentieri tra rumori inesistenti e con l’aria  di sempre. Un culo mica da ridere, insomma. Chi arriverà da queste parti troverà tutto questo, e anche altro (ma non il culo). Chi è già stato  invece noterà  qualche piccola differenza, senza spostare nulla.  Non abbiamo fatto finta di niente, ad esempio tutto il sistema della colazione è stato rivisto, senza perdere la qualità e senza trascurare la scelta degli ingredienti.

Le camere da sempre sono separate tra loro, tutte con ingresso indipendente, dalla creazione del B&B. Nessun servizio in comune, ogni camera ha i servizi privati al proprio interno. Lo spazio non manca, l’aria gira “eppure il vento soffia ancora”.  Il cortile, dove si può fare la colazione stando quindi all’aria aperta, è stato attrezzato di proposito, con una soluzione che ci auguriamo possa essere conforme e serena per tutti. La saletta della colazione, che tanti conoscono, verrà utilizzata in modo diverso, anch’essa in funzione di un contatto meno frequente e meno affollato.

Non metteremo tutte le camere a disposizione, fatta salva la presenza eventuale di un nucleo familiare e/o gruppi di amici.  Limiteremo comunque le presenze. Nel cortile (meteo permettendo) si potrà consumare del cibo pre-acquistato, rimane escluso il servizio cucina.

Le stesse camere verranno trattate in tema di pulizie con sistemi adeguati e conformi alle normative.

Noi ci proviamo, insomma. E la nostra parte la possiamo garantire.

Noi siamo sempre qui, sempre gli stessi, con qualche anno in più e (che te lo dico a fare) sempre dalla stessa parte.

Abbiamo scritto qualche riga in più per colmare la mancanza di informazioni, di nostre informazioni, circa le mini gite da effettuare nei nostri dintorni, sembrerà strano ma non l’avevamo ancora fatto. Aria buona, poco affollamento, grandi panorami e tanta storia.

Abbiamo ridotto i costi delle camere. E non serve aggiungere altro.

Venire in questo lembo di terra per noi rimane sempre una buona idea, per ammirare i luoghi che ci circondano, il Carso transfrontaliero e Trieste, con l’auspicio che si crei una condivisione dal basso, adatta a ricostruire un’ideale di comunità fondata sulla conoscenza e non sul pregiudizio, sulla storia e non sul razzismo, adatta insomma a promuovere gioia, bellezza e cultura. Questo comunque, a prescindere.

Per la stessa ragione del viaggio, viaggiare
70anno 2021
  • SPECIAL
  • anno 2021

  • Camera matrimoniale, con entrata indipendente, servizi privati e prima colazione in ambiente (interno e/o esterno) conforme alle norme di distanziamento, tassa di soggiorno esclusa.
45anno 2021
  • SPECIAL
  • anno 2021

  • Camera doppia uso singola, con entrata indipendente, servizi privati e prima colazione in ambiente (interno e/o esterno) conforme alle norme di distanziamento, tassa di soggiorno esclusa.

75anno 2021
  • SPECIAL
  • anno 2021

  • Camera tripla, con entrata indipendente, servizi privati e prima colazione in ambiente (interno e/o esterno) conforme alle norme di distanziamento, tassa di soggiorno esclusa (terza persona under 14)